IPAB Centro Anziani Dueville Torna alla homepage
Home | Informazioni generali 
Informazioni generali

II Centro Servizi Anziani di Dueville, ubicata in vìa IV Novembre a Dueville, dispone di 128 posti letto, suddivisi in 3 piani riservati a persone auto e non auto sufficienti oltre ad un Nucleo specializzato nell'accoglimento di persone affette dal morbo dì Alzheimer.

Ogni posto letto è attrezzato con pulsanti per le chiamate; il letto è mobile, ad altez­za regolabile, predisposto per l'aggiunta di ausili (spendine, trapezio), comodini, armadi, poltroncine funzionali alle perso­ne con limitata autonomia.
Ogni stanza è dotata di un efficace siste­ma di comunicazione interna che consente all'ospite di colloquiare con il personale di assistenza della struttura, per poter avere in tempo reale, una risposta alle esigenze segnalate. Almeno ogni 4 posti letto vi è la presenza di un servizio igienico dotato dì ausili per persone disabili.

La struttura presenta degli spazi comuni (sala TV, sala per attività ricreative, sala da pranzo, cucina).

Al piano terra sono situati il salone per le attività di animazione e logopedia, gli uffici amministrativi, la cucina centrale, la lavanderia, la palestra FKT, un locale per la cura della persona, la sala da pranzo del centro diurno e la cappella; nella sala principale si trova il distributore automati­co di caffè ed altre bevande calde.

Al primo e secondo piano si trovano le camere per la degenza, sale da pranzo, ambulatori medici, bagni attrezzati e sale TV.
Al piano Mansarda sono alloggiati, in stanze singole, gli ospiti autosufficienti con una propria sala da pranzo e una cucinetta.

Nel reparto Alzheimer si trovano le came­re per la degenza, una sala da pranzo, un salone polivalente, un bagno attrezzato, ambulatorio medico, terrazzo con giardi­no esterno.
Recentemente sono terminati gli inter­venti di risanamento/ristrutturazione, per meglio adeguare gli spazi alle nuove esi­genze degli ospiti del Nucleo Alzheimer.

MODALITÀ DI ACCESSO Al SERVIZI
L'opportunità che la persona non auto­sufficiente venga accolta nel Centro Ser­vizi Anziani viene valutata daìI'U.V.M.D. - Unità Valutativa M ulti dimensiona le Distrettuale - che autorizza l'accoglienza.

La domanda di valutazone all'U.V.M.D. viene promossa dal medico di base o dal servizio sociale di territorio. In caso di accoglienza l'U.V.M.D. trasmet­te al Centro Servizi Anziani una scheda informativa che contiene notizie sullo stato di salute della persona, le necessità assistenziali e le informazioni sulla rete familiare.
Nel caso di richiesta di ingresso per per­sone anziane autosufficienti o non auto­sufficienti a retta intera, la domanda vie­ne inoltrata direttamente alla Direzione del Centro Servìzi Anziani. Prima dell'inserimento i familiari prendo­no contatto con la direzione e gli uffici amministrativi per le pratiche burocrati-che, con il coordinatore dei servizi per rac­cogliere ulteriori informazioni sulla perso­na e definire le modalità di accoglienza e con la responsabile del servizio lavanderia per il corredo.
Le informazioni sulla persona sono il­lustrate / discusse con le diverse figure professionali per attivare fin da subito un'assistenza adeguata e personalizzata. Nella struttura è presente la figura dello psicologo per supportare l'ospite e la famiglia del Nucleo Alzheimer nella fase dell'inserimento, fase molto importante e delicata. Egli stabilisce caso per caso il numero di incontri da dedicare a singolo utente.
Entro il primo mese di permanenza del­l'ospite in struttura, l'equipe multiprofessìonale provvede alla stesura del piano assistenziale personalizzato, che successi­vamente viene presentato all'ospite e ai sui familiari, al fine di condivìdere degli obiettivi comuni e per effettuare una pri­ma verifica dell'inserimento nell'ambito della struttura.
Al momento dell'ingresso l'ospite e la fa­miglia ricevono la presente carta dei servizi; il personale medico, infermieristico e la direzione sono comunque a disposizio­ne per eventuali chiarimenti.

Alcune precisazioni: L'assegnazione della stanza per l'ospite, all'interno della casa, è stabilita dal coor­dinatore, sulla base delle condizioni fisico - cliniche, psicorelazionali dell'ospite e alla disponibilità di spazi. Per esigenze di vita comunitaria, il coor­dinatore ha facoltà di trasferire l'ospite in un'altra stanza, informandone preventiva­mente lo stesso ed i familiari. Se 'ospite lo desidera, può portare qualche piccolo oggetto personale per rendere !a propria stanza più familiare ed accogliente.
L'ospite gode di ogni libertà di entrata ed uscita; è però importante darne co­municazione preventiva al personale in servizio, personalmente o da parte del familiare che lo accompagna. L'ospite ha facoltà di ricevere liberamente le visite sia nei locali della struttura che nella propria stanza, sempre nel rispetto delle regole della convivenza. La struttura è aperta dalle 8.00 sino alle 20.00; al di fuori di questo orario è, comunque, possibile accedervi previa autorizzazione.

RETTA
La retta giornaliera viene applicata nella misura stabilita dal Consiglio di Ammini­strazione dal giorno in cui viene preno­tato il posto letto, anche se questo non corrisponde effettivamente con il giorno di accoglimento dell'ospite. All'atto della sottoscrizione dell'impegnativa a! paga­mento della retta, l'ospite o il famigliare incaricato è tenuto al versamento del cor­rispettivo per le spese di ingresso fissate all'inizio di ogni anno dal Consiglio di Amministrazione.

L'ammontare della retta viene determi­nato all'inìzio di ogni anno dal Consiglio di Amministrazione ed è differenziato in base al grado di autosufficienza degli ospiti e alla loro dislocazione all'interno della Casa di Riposo.
La retta da diritto a fruire del vitto, del­l'alloggio, e di tutti i servizi generali e collettivi predisposti dall'Ente. Riduzioni di retta sono previste in caso di ricovero ospedaliere come segue:
  • primi 30 giorni nessuna detrazione;
  • dal 31°aì 60° giorno detrazione del 10%
  • oltre il 60° giorno detrazione del 20%


La retta dovrà essere corrisposta entro il 20 del mese successivo a quello con­siderato, mediante delega continuativa (R.I.D.) alla propria Banca Di Appoggio. Per casi particolari ed eccezionali è am­messo il versamento presso la Tesoreria dell'Ente (Unicredit Banca Spa - Agenzia di Dueville, piazza Manza).

Prestazioni sanitarie
ASSISTENZIALI - ULSS 6 V1CENZA

II Centro Servizi Anziani, convenzionato con l'U.LS.S. 6 di Vicenza, garantisce agli ospiti non autosufficienti le seguenti pre­stazioni sanitarie e assistenziali:
  • assistenza medico-generica e di coordinamento sanitario
  • assistenza specialistica
  • assistenza infermieristica
  • assistenza riabilitativa
  • assistenza generica alla persona
  • attività di coordinamento dei servizi
  • attività dì animazione
  • fornitura di farrnaci, presidi sanitari ed altri prodotti trasporti sanitari


QUALITÀ DEI SERVIZI FORNITI ALL'UTENTE
In questa sezione vengono presentati gli standard di qualità che l'Ente intende fornire ai suoi utenti. Si precisa che gli standard di qualità sono riferiti alle sin­gole prestazioni/ servizi (visite mediche, orario pasti...) e puntano l'attenzione sugli aspetti più importanti. In riferimento agli standard, l'Ente precisa quali sono i fattori di qualità del servizio erogato, verificabili concretamente anche dagli ospiti e dai familiari. Gli standard riportano una percentuale che indica il lìmite di rispetto, ossia il valore minimo, sotto il quale l'Ente si impegna a non scendere.
Essi sono oggetto di un controllo costante da parte dei responsabili delle varie unità operative.
Gli indicatori fanno riferimento a diversi aspetti legati al servizio erogato, quali:
  • Consegna e presentazione all'ospite e/o ai familiari, della Carta dei servizi della struttura, al momento dell'ingresso;
  • Effettuazione entro 3 mesi dall'ingres­so dell'ospite della vantazione multidimensionale e redazione del Piano di Assistenza Individualizzato, da parte dell'equipe della struttura;
  • Presenza medica da parte del perso­
    nale convenzionato con la struttura (un medico è presente all'interno della struttura per almeno 30 ore settimanali
    dal lunedì al sabato (escluso giorni festivi e prefestivi))
  • Igiene della persona: bagno completo assistito (almeno ogni 10 giorni dal precedente, condizioni cliniche per mettendo);
  • Assistenza all'incontinenza: viene garantito il controllo giornaliero dei presidi per l'incontinenza, non inferiore a 4 volte al giorno, per 'ospite inconti­nente;
  • Regolarità dell'alvo: ad ogni ospite non autosufficìente viene rilevato quo­tidianamente l'avvenuta evacuazione e registrata in specifica documentazio­ne;
  • Servizio ristorazione: informazione set­timanale con esposizione del menù set­timanale ogni lunedì in tutti i piani del­la struttura;
  • Servìzio di igiene e pulizia ambientale (effettuazione una volta al giorno, del­la pulizia delle stanze, degli ambienti comuni, dei bagni);
  • Servizi generali e lavanderia Igiene: cambio biancheria piana del letto en­tro 7 giorni dal precedente, salvo ne­cessità;
  • Festeggiamento de! compleanno del­l'ospite nel corso del mese stesso del compleanno;
  • Festeggiamenti delle principali ricor­renze o festività (Natale, Epifania, Pa­squa, carnevale...) anche grazie alla partecipazione di voìontari, associazio­ni esterne (es: band, rnajiorettes, can­tastorie..)
  • Garanzia di ascolto dei reclami/ suggerimenti {risposta al reclamo/ suggerimento formalizzato entro un mese dalla comunicazione);
  • Fisioterapia e riabilitazione dell'ospite (presenza dì un medico fisiatra, di un fisioterapista e di operatori socio assi­stenziali per garantire la riabilitazione);
  • Uscite programmate in varie località (al mercato settimanale, per visite a san-tuari o luoghi di culto, picnic all'aria aperta ecc.);
  • Rispetto dello standard organizzativo imposto dalle disposizioni regionali vì­genti.


TUTELA DELL'UTENTE E VERIFICA DEI SERVIZI
11 Centro Servizi Anziani riconosce i diritti del cittadino e favorisce la partecipazione attiva delle persone - utenti anche attra­verso il coinvolgimento dei familiari. Con queste finalità si è proceduto all'ele­zione dei rappresentanti degli ospiti nel Consiglio di Amministrazione dell'Ente secondo quanto previsto dallo statuto dell'Ente.

Reclami ed apprezzamenti
La Casa di Riposo garantisce la funzione di tutela nei confronti dell'ospite - utente, attraverso la possibilità di sporgere recla­mi su disservizi insorti. Le segnalazioni saranno utili per conosce­re e per comprendere meglio i problemi esistenti e per poter prevedere i possibili miglioramenti del servizio erogato. L'ospi­te o il proprio familiare può presentare reclamo attraverso le seguenti modalità:
  • compilazione del modulo apposita mente predisposto per la segnalazione di suggerimenti, disfunzioni, reclami;
  • lettera in carta semplice, inviata alla Direzione dell'Ente o consegnata a mano all'Ufficio di Amministrazione.
  • verbalmente, rivolgendosi a un qualsiasi operatore della Casa dì Riposo;


La Direzione, sentiti i referenti, si impegna a dare risposta entro 30 gg. dal reclamo e a comunicare quanto verificatosi al Presi­dente del Consiglio dì Amministrazione. Per reclamo si intende ogni comunicazio­ne scritta o verbale nella quale l'ospite, o un suo familiare, esprime chiaramente una lamentela motivata circa la non coerenza del servizio da lui stesso rice­vuto, con quanto previsto dalla Carta dei Servizi, oltre che dalle norme di legge in vigore.

Allo stesso modo dei reclami, saranno gestiti gli apprezzamenti rivolti all'ope­rato della Struttura, al fine di avere una visione realistica ed equilibrata dei servizi effettivamente erogati. L'Amministrazione si impegna ad orga­nizzare almeno un incontro all'anno con i familiari al fine di rilevare i! grado di soddisfazione dell'utente e raccogliere proposte e suggerimenti.
- P.I. 02317600241 | Trasparenza, valutazione e merito
Powered by Telemar Spa